Dear Future Mom, ecco la campagna a sostegno della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down

Per il terzo anno consecutivo, Saatchi & Saatchi cura la comunicazione di CoorDown in occasione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down che si celebra oggi, 21 Marzo.

Il tema scelto per la Giornata Mondiale di quest’anno è il diritto alla felicità e al benessere delle persone con sindrome di Down. L'obiettivo è quello di promuovere una cultura della diversità e una vera integrazione nella società, in particolar modo nel mondo della scuola e del lavoro.

La campagna di quest’anno prende spunto da un’email che una futura mamma, in attesa di un figlio con sindrome di Down, ha indirizzato di recente a CoorDown.

L’email è solo una delle tante che l’associazione riceve periodicamente, ma l’appello, in questo caso, è particolarmente toccante: “Che vita avrà mio figlio?”.

A rispondere alla futura mamma, e allo stesso tempo a tante altre mamme, sono 15 ragazzi con la sindrome di Down, provenienti da tutta Europa. I ragazzi, attraverso un video sul canale Youtube di CoorDown, le spiegano che la vita di suo figlio potrà essere felice, proprio come la loro: potrà imparare a scrivere; potrà viaggiare; potrà guadagnare uno stipendio e portarla a cena fuori; potrà andare a vivere da solo. Alcune volte sarà molto difficile, quasi impossibile, ma in fondo non è così per tutte le mamme?

Quest’anno, CoorDown Onlus – Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down, è capofila di un progetto internazionale di cui fanno parte dieci associazioni di nove paesi diversi: Italia, Francia, Spagna, Croazia, Germania, Inghilterra, Russia, Stati Uniti e Nuova Zelanda.

L’hashtag ufficiale della campagna Dear Future Mom è: #DearFutureMom.

Ecco il #video della campagna.

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn